Skip to main content
DONA ORA
Un mondo di opportunità

Orientamento al lavoro

Attraverso colloqui di conoscenza e di valutazione, sosteniamo le persone con sindrome di Down adulte e le loro famiglie nell’orientamento al termine del ciclo scolastico, indirizzandole verso il percorso a loro più idoneo che possa contribuire a sostenere una buona qualità di vita.

Il Servizio di supporto all’inserimento Lavorativo SIL è un’attività incardinata ormai nei progetti istituzionali dell’AIPD, come tappa fondamentale dei percorsi verso l’autonomia delle persone con sindrome di Down. Il servizio si rivolge a persone adulte con sindrome di Down e vuole creare possibilità concrete nel mondo del lavoro affinché le persone con SD che ne hanno le potenzialità, le capacità e la motivazione possano trovare un lavoro adeguato e creare le basi per una vita il più possibile indipendente.

Servizi di orientamento al lavoro

A Roma questo servizio è svolto in convenzione con il Comune di Roma Dipartimento Politiche Sociali e Salute e si avvale del protocollo di lavoro redatto dall’ AIPD Nazionale che prevede alcune fondamentali linee di lavoro:
1

La consulenza e il sostegno alle persone con Sindrome di Down

attraverso un lavoro di osservazione/valutazione e la costruzione dei profili personali; il supporto ai potenziali lavoratori, agli assunti e alle loro famiglie; il sostegno all’avviamento lavorativo; il monitoraggio dell’esperienza lavorativa e il sostegno nei primi due anni.
2

Il rapporto costante con le aziende

per la loro sensibilizzazione, la promozione e cura degli inserimenti lavorativi attraverso una strutturata attività di consulenza.
3

Un archivio di documentazione

su leggi, decreti, progetti delle amministrazioni locali, su tutto ciò che concerne l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità.
4

I rapporti con le amministrazioni pubbliche

locali nel settore dell’inserimento lavorativo: in primo luogo con i servizi del Centro per l’Impiego della Provincia di Roma ed in particolar modo con il collocamento disabili.

Tra il 2018 ed oggi abbiamo contribuito a

42

Tirocini promossi e supervisionati

32

Nuovi assunti con regolare contratto

90

Contratti a tempo indeterminato e part time

50

Aziende pubbliche e private con cui collaboriamo attivamente

Modalità organizzative

Nell’organizzazione delle attività, il SIL ha creato negli anni un archivio contenente le schede informative individuali delle persone che si rivolgono al servizio e nelle quali sono indicate informazioni generali, il percorso scolastico/formativo e le eventuali esperienze di tirocinio/lavoro svolto. 

La scheda informativa viene compilata dal responsabile del servizio all’interno di un colloquio con i genitori/familiari della persona con sindrome di Down. La scheda viene poi integrata con l’osservazione diretta della persona con sD e con le osservazioni degli operatori referenti all’interno dei progetti di autonomia. Dalle schede personali viene poi elaborato il curriculum del candidato da presentare alle eventuali aziende interessate. 

Gli inserimenti avvenuti nel corso degli ultimi anni si sono verificati in contesti differenti l’uno dall’altro con mansioni molto diverse: ristorazione, catene di negozi nel settore libri/musica/ abbigliamento, scuole, outlet, uffici pubblici. 

Gli inserimenti vengono seguiti dal servizio in tutte le fasi: selezione del tirocinante, tutoraggio nei posti di lavoro, trasformazione del tirocinio in assunzione, monitoraggio durante l’attività lavorativa

In alcuni casi le aziende preferiscono far precedere l’assunzione da un tirocinio (nella quasi totalità in convenzione con il centro per l’Impiego) in altre si procede direttamente all’assunzione. In entrambe le situazioni è necessario un supporto all’azienda e al lavoratore nei primi mesi garantita dai tutor AIPD.

La nostra esperienza aziendale con i lavoratori con sindrome di Down nasce nel 2018 quando, alla luce della crescita della nostra società la legge ci “imponeva” di assumere un lavoratore con disabilità. Ci siamo messi in contatto con l’Associazione Italiana Persone Down di Roma, scoprendo un mondo di progetti e di opportunità. Da allora insieme a Valerio, Matteo e Eugenio siamo cresciuti tutti: abbiamo imparato a definire meglio i nostri ruoli, ad essere più chiari e trasparenti nelle procedure, non ultimo a rallentare e a sincronizzare i nostri tempi dove necessario. Cosa non facile per una realtà grande come il Mercato Centrale che, con la sua posizione all’interno della stazione Termini di Roma, vede passare ogni giorno oltre 10mila clienti.

Lucia TutoneRisorse umane Mercato Centrale Roma

Alice (26 anni e mezzo) ha compiuto ha compiuto da poco il suo primo anno di lavoro nello store Adidas nel Centro commerciale di Castel Romano. Qui si occupa della vendita, del riassortimento delle merci in magazzino, della valutazione del gradimento dei clienti all’uscita del negozio.
“A volte mi impunto, mi stanco oppure non sono soddisfatta di quello che faccio” dice “ma grazie all’aiuto dei miei colleghi riesco a superare le difficoltà”.
Una “squadra” che sente sempre al suo fianco, a cui chiedere aiuto quando gli scaffali sono troppo alti per lei e quando pensa di non farcela. A cui non si stanca di dire, come un vero coach, “Non mollate mai! Le cose si risolvono insieme!”

Alice e l’importanza della squadra!

Daniela ha 31 anni e da cinque lavora come addetta alle vendite. in uno dei punti Nespresso di Roma.
Alla domanda “Lavori?” risponde con sicurezza e soddisfazione “lavoro si!”. Potrebbero bastare queste due parole per farci capire quanto questa esperienza sia positiva per lei.
Un lavoro che le piace per l’incontro con i clienti e per i rapporti con la “banda” dei suoi colleghi. Dove gli incidenti e le difficoltà incontrati lungo il percorso non sono mai ostacoli, ma disposizione a “riparare gli errori”. Un lavoro che, anche grazie allo stipendio, la fa sentire libera e indipendente. What else?

Daniela, “Lavoro SI!”

Come per ogni inserimento lavorativo anche con Alice abbiamo iniziato con la conoscenza reciproca, favorendo la relazione con tutti i ragazzi del Team attraverso il processo di “On boarding”. Una modalità che permette di aumentare la fiducia e di superare le diffidenze, sia per chi si inserisce in un nuovo gruppo di lavoro, che per chi si trova ad accogliere una nuova risorsa. Con Alice non è stato diverso: la quotidianità lavorativa è stata costruita insieme con reciproco supporto. A fare la differenza sono stati il suo sorriso contagioso e la sua determinazione che hanno contribuito a rafforzare la coesione e la motivazione del gruppo. Oggi i ruoli sono cambiati: Alice è divenuta un elemento essenziale nell’accoglienza dei nuovi assunti, aiutandoli nelle difficoltà dei primi giorni di lavoro, affiancandoli nella conoscenza dei processi del piano vendita per la fidelizzazione del cliente o del magazzino per il riassortimento della merce. Buon Lavoro!

Sergio SantiniResponsabile Store Manager Adidas outlet Castel Romano

Scopri cos'altro facciamo

Hai bisogno di aiuto?